greensmart

Home staging
MD card
Mercato 2014-2015
Donazioni
Suggerimenti

MERCATO 2014-2015


OTTIMISMO. Se negli ultimi mesi non abbiamo fatto altro che sentirci dire che c'è crisi, che "è tutto fermo", che c'è disoccupazione, che siamo a rischio recessione, ora pare che la tendenzasi sia invertita, pare che la crisi ci sia ancora, ma la voglia di uscirne stia iniziando a farsi sentire più della rassegnazione. Sembra che gli investitori, rincuorati anche da una certa stabilità di governo (Renziani o meno), abbiano ripreso a dare fiducia al nostro paese, oltre al fatto che la maggiore chiarezza (si fa per dire) sulle nuove tasse (imu, tari, tasi,...), ha finalmente quantomeno definito le sue linee guida, togliendoci dal quel terribile pantano di indecisione generale.

Come ho sempre sostenuto però, il successo non si fa ragionando a livello nazionale o internazionale ma concentrandosi sul proprio microcosmo. In poche parole: LAVORA BENE e VEDRAI CHE LE SODDISFAZIONI ARRIVANO!

Ed infatti l'Italia, che pur essendo un paese sgangherato per certi versi, ha eccome un sacco di risorse da sfruttare, sembra si sia rimessa a macinare grano. Piccoli segni di ripresa si possono già registrare concretamente ed un lieve aumento del numero delle compravendite è già stato comprovato.

I prezzi non accennano a risalire, questo no, a discapito dei "venditori" ma fa tutto parte di un ciclo di transizione che per definizione non può far tornare ai valori alti di un tempo con la stessa rapidità con la quale li ha fatti scendere.

Ciclo di transizione dicevo...sì perchè molto è cambiato negli ultimi tempi e tanto ancora deve cambiare, nel settore immobiliare, sia dal punto di vista degli strumenti di vendita che degli oggetti della vendita, ovvero gli immobili.

Anche nel mercato immobiliare infatti, come nella moda, esistono delle tendenze e delle correnti, l'attenzione si sta infatti sempre più spostando in questo periodo verso le NUOVE COSTRUZIONI, che sempre di più attirano, giustamente, gli interessi dei nuovi acquirenti, attratti da tecniche costruttive sempre più moderne, più sane, più sicure.

Antisismicità, risparmio energetico, classe energetica, edificio passivo, sono solo alcune delle parole chiave che ruotano intorno al mondo delle nuove costruzioni, che soprattutto per quanto riguarda il comparto residenziale, sta già registrando numeri positivi, in particolare per tutti quei costruttori che hanno avviato interventi con prezzi "post-crisi", più equilibrati e onesti.

Gli stessi strumenti di vendita che consentono oggi di far percepire ad un cliente la qualità di un lotto in costruzione dove ancora nulla è tangibile si sono molto evoluti: rendering, planimetrie in 3D, i-pad, tour virtuali, sono ormai mezzi di comunicazione alla portata di tutti che contribuiscono a rafforzare la tranquillità nella scelta del "nuovo".

Gli immobili usati invece arrancano se non in possesso di requisiti di unicità, pregio e conservazione del valore, poichè sempre più attenzione e conoscenza viene attribuita al "rischio dell'usato", vetustà, vizi, stress nella gestione delle eventuali ristrutturazioni, ecc

Un'altro elemento che contribuisce a questo accenno di ripresa è determinato dai finanziatori, banche, finanziarie ed istituti di credito in genere, che, seppur con maggiore accortezza, stanno ricominciando a concedere prestiti con una più accettabile e umana pedante scrupolosità.

Per chi come noi è tutti i giorni sul campo e riscontra nella quotidianità i problemi ma anche le soddisfazioni di un mercato in evoluzione è importante correggere correnti di pensiero disfattiste e dannose, poichè sempre più persone sono informate e male informate, in ambito immobiliare, per colpa della cattiva qualità delle fonti di informazione, spesso imprecise e raffazzonate ed è per questo che il ruolo dell'Agente Immobiliare Professionale è e sarà sempre più ricercato come strumento efficace per operazioni immobiliari trasparenti e sicure.

D'altronde niente dura per sempre. Nemmeno la crisi.


NICOLA MONTANARI

Consigliere Federazione Italiana Mediatori ed Agenti in Affari